logo
  

L’idea dell’ associazione nasce dall’incontro di un gruppo di persone con in comune l’enorme passione verso il fumetto in tutte le sue forme e dalla voglia di fare qualcosa per coltivare questo interesse portando a conoscenza della massa che magari conosce i personaggi solo attraverso le loro incarnazioni cinematografiche del variopinto mondo del fumetto italiano e internazionale.
L’area culturale del fumetto, dopo anni di emarginazione dal panorama culturale italiano spesso fossilizzato su ambiti troppo tradizionali, sta finalmente emergendo a pieno titolo come nona arte, cosa già avvenuta da tempo in altri paesi.
E’ su queste basi che l’associazione vuole muovere i passi per la realizzazione di un punto di riferimento per la nostra città proponendo idee, organizzando incontri mostre e quant’altro possa finalmente dare al fumetto la visibilità che merita come espressione artistica e culturale.

 

“estratto dallo statuto dell’ associazionepalermofumetto. lo statuto integrale sarà disponibile a chi ne fa richiesta al momento della presentazione della domanda d’iscrizione”

ASSOCIAZIONE CULTURALE “PALERMO FUMETTO”

Art. 1 (Costituzione, Denominazione, Durata) E’ costituita con sede in Palermo, via Mariano D’Amelio 68 un’associazione culturale senza scopo di lucro denominata Associazione Culturale “Palermo Fumetto L’Associazione ha durata illimitata nel tempo ed è regolata a norma del Titolo I Cap. III, art. 36 e segg. del codice civile, nonché del presente Statuto.

Art. 2 (Scopo) L’Associazione riunisce persone interessate alla promozione e alla diffusione del fumetto e dell’ arte sequenziale senza nessuna preclusione di genere, carattere o gusto. È un’organizzazione democratica, apolitica, laica, autonoma e senza fine di lucro.

Art. 3 (Oggetto) L’Associazione vuole promuovere la conoscenza della valenza artistico-culturale del fumetto in tutte le sue forme. l’Associazione potrà promuovere tutte le attività che riterrà idonee e necessarie al raggiungimento dei suoi fini statutari. In particolare: attività culturali: convegni, conferenze, dibattiti, seminari, esposizioni, proiezioni, concerti, lezioni, corsi e laboratori didattici attività editoriali: pubblicazione, in proprio o in collaborazione, di libri, riviste, produzioni multimediali su supporti digitali, analogici e tutto ciò che riguarda l’editoria digitale; di un annuario, di bollettini, di atti di convegni, di seminari, nonché di studi e di ricerche compiuti. Stipulare particolari convenzioni con privati a favore dei soci e delle attività sociali

Art. 4 (Soci) II numero dei soci è illimitato. I soci sono distinti nelle seguenti categorie: a) Soci Fondatori
b) Soci Ordinari
c) Soci Sostenitori
e) Soci Onorari
Possono aderire all’associazione tutte le persone fisiche aventi capacità di agire che condividono le finalità del presente Statuto.Possono altresì essere soci Persone Giuridiche, Associazioni ed Enti che siano in grado di concorrere all’oggetto associativo. Chi intende essere ammesso come socio dovrà essere presentato da un altro socio e produrre al Consiglio Direttivo domanda di ammissione scritta che dovrà contenere, se trattasi di persona fisica: a) l’indicazione del nome, cognome, residenza, data e luogo di nascita, codice fiscale eventuale indirizzo e-mail e/o numero fax, ed un breve curriculum vitae; b ) la dichiarazione di conoscere ed accettare integralmente il presente statuto e di attenersi alle deliberazioni legalmente adottate dagli Organi sociali. Se trattasi di società, associazioni od enti, oltre a quanto previsto nel precedente punto b), la domanda di ammissione dovrà altresì contenere: a) la ragione sociale o la denominazione, la forma giuridica e la sede legale, l’eventuale indirizzo mail e/o numero fax e l’indicazione delle attività già svolte; b) l’organo sociale che ha autorizzato la domanda e la relativa deliberazione; e la qualifica della persona che sottoscrive la domanda. Il Consiglio Direttivo delibera sulla domanda secondo criteri non discriminatori, coerenti con lo scopo associazionistico. La deliberazione di ammissione deve essere comunicata all’interessato e annotata, a cura degli Amministratori, nella relativa sezione di appartenenza nel Libro dei Soci. L’ammissione dei Soci Onorari avviene previa proposta del Consiglio Direttivo, successiva ratifica da parte dell’Assemblea Ordinaria. La qualifica di Socio da diritto a partecipare alla vita associativa e a tutte le attività promosse dall’Associazione.
I soci sono tenuti: all’osservanza dello Statuto, dei Regolamenti e delle deliberazioni assunte dagli Organi Sociali; al pagamento della quota associativa.entro dieci giorni dalla comunicazione I soci sono tenuti a versare il contributo associativo annuale in base alla tipologia di adesione (Socio Fondatore, Socio Ordinario, Socio Sostenitore) stabilito ogni anno da un apposito regolamento associativo redatto dal Consiglio Direttivo. La quota associativa in ogni caso non potrà mai essere restituita. La qualifica di socio si perde per recesso, per esclusione o per causa di morte. Le dimissioni da socio dovranno essere presentate per iscritto al Consiglio Direttivo, e sono operanti con effetto immediato. L’esclusione sarà deliberata dal Consiglio Direttivo nei confronti del socio: che non ottemperi alle disposizioni del presente Statuto, degli eventuali Regolamenti e delle deliberazioni adottate dagli Organi dell’ Associazione; che si renda moroso nel versamento della quota annuale; che svolga attività contrarie agli interessi e ai fini dell’Associazione; che non partecipi reiteratamente alle iniziative associative o, qualora vi sia tenuto, diserti senza giustificato motivo espresso in forma scritta due Assemblee consecutive dei soci. L’esclusione diventa operante dalla annotazione nel libro soci. Le deliberazioni prese in materia di esclusione devono essere comunicate ai soci destinatali in forma scritta. Qualora il socio contestasse il provvedimento di esclusione, la sua domanda di riammissione sarà rimessa, quale ultima istanza, all’Assemblea dei Soci.

Art. 5 (Rapporto con l’associazionismo) L’Associazione può stipulare con Associazioni, Organizzazioni, Cooperative o Centri Culturali un patto associativo che, sulla base di un programma culturale e di iniziative, impegni reciprocamente gli associati. L’Associazione stabilisce forme particolari di rapporto e di accordo su programmi specifici ed obiettivi circoscritti, da stabilirsi di volta in volta con Associazioni internazionali e nazionali, Istituzioni culturali, Enti pubblici e privati, Istituti Culturali, gruppi di interesse. Tale rapporto avviene nella reciproca autonomia.
………………………………

Art. 7 (Organi dell’Associazione)

Gli organi dell’Associazione sono: – l’Assemblea dei Soci; – il Consiglio direttivo; – il Presidente.