m4s0n501
logo
  

Percorsi immaginari: Il Fumetto Arte Sequenziale. Resoconto della manifestazione

Scritto da Palermo Fumetto 0 Commenti Pubblicato il 4 novembre 2011

L’Associazione Palermo Fumetto, sempre in prima linea nel tentativo di promuovere la conoscenza e la valenza artistico-culturale del fumetto in tutte le sue declinazioni, in collaborazione con la Scuola del Fumetto di Palermo e supportata anche dalla Provincia Regionale di Palermo, ha organizzato una mostra atta a sensibilizzare la cultura verso questa nuova e sempre più affermata forma d’arte.
Da giorno 6 ottobre fino al successivo 22 dello stesso mese presso la sala Borsellino di Palazzo Jung di Palermo sono state esposte le tavole di talentuosi disegnatori siciliani esperti nell’arte del fumetto. L’evento espositivo ha avuto inizio alle ore 18:00 del 6 ottobre ed ha avuto un ospite davvero d’eccezione, era infatti presente all’inaugurazione C.B. Cebulski, Senior Vice President of Creative & Creator developement della Marvel Comics!
Cebulski, presente in Italia per motivi lavorativi, si trovava a Palermo ospitato dalla Scuola del Fumetto per presenziare agli esami finali dei ragazzi del 3° anno della scuola; è quindi con sentito ringraziamento che ci rivolgiamo a Cebulski ed alla Scuola per il tempo dedicatoci.
Ringraziamo anche la Ditta Gastronomica e Dolciaria FRA.VI.SA di Vinti Lidia per il suo contributo gastronomico al buffet di inaugurazione.
La mostra, durante il periodo in cui è rimasta aperta ai visitatori, è stata organizzata al fine di mostrare tre differenti aspetti a cui il fumetto può rivolgersi.
Nella prima fase, che ha visto il suo inizio proprio il giorno dell’inaugurazione, sono state esposte le tavole realizzate dai ragazzi che, arrivati alla conclusione del loro percorso di studi presso la Scuola del Fumetto di Palermo, hanno esposto le loro opere che testimoniano l’impegno e la dedizione mostrata durante i tre anni passati tra matite e gomme. Contestualmente è stato presentato anche il nuovo anno scolastico e, fino al giorno 11 ottobre, la mostra è stata piacevolmente “occupata” dai disegni di: Giulia Adragna, Letizia Algeri, Francesco Amato, Alessandro Buffa, Simone Buonfantino,Salvatore Costanza, Fabio Franchi, Giuseppe Morici, Claudio Naccari, Onofrio Orlando, Paolo Massimiliano Paterna, Laura Piazza, Gabriele Valenza, Simona Zangla, Roberto Pasqua e Giuseppe Orlando.
I ragazzi inoltre hanno anche realizzato delle opere personali esposte in galleria al fine di mostrare il prodotto finito dei loro disegni; per alcuni di loro si sono aperte anche le porte dedicate al mondo del lavoro, scelti proprio da Cebulski per lavorare presso famose case editrici di fama mondiale, possiamo quindi davvero congratularci con questi ragazzi e fare gli auguri invece agli altri con la speranza che possano trovare anche loro un ingaggio che, siamo sicuri, non tarderà ad arrivare!
La seconda fase della mostra ha voluto evidenziare la fase intrattenitiva che il fumetto possiede. Ecco quindi che, grazie alla collaborazione di artisti quali Gianluca Gugliotta, Rob Di Salvo e Aurelio Mazzara, dal 12 al 17 ottobre sono state presentate le tavole di questi artisti, disegnatori presso case editrici quali Dc Comics, Marvel e Ape Enterteinment, raffiguranti lavori realizzati proprio per le serie dell’Uomo Ragno, Superman e Kung-Fu Panda. I lavori esposti, che gentilmente gli artisti ci hanno affidato, mostravano una cura nel dettaglio e uno studio della costruzione della tavola stessa davvero impeccabile.
Ultima ma non meno importante fase della mostra, che si è svolta dal 18 al 22 ottobre, è stata dedicata all’informazione, il fumetto non più come arte di intrattenimento ma vero e proprio strumento mediatico atto allo scopo di divulgare e di rendere pubbliche le notizie di carattere sociale. Ecco quindi le opere di Marco Rizzo, Nico Blunda, Giovanni Di Gregorio, Claudio Stassi, Lelio Bonaccorso, Giuseppe Lo Bocchiaro e Francesco Ripoli che, con sicuri tratti di chine e matite, hanno portato alla luce attuali avvenimenti di cronaca. Attraverso le loro opere esposte in sala, abbiamo potuto seguire un percorso che va da Ilaria Alpi a Peppino Impastato da Mauro Rostagno a Che Guevara, passando dalla nostra Palermo nel quartiere di Brancaccio e per concludersi tra i raggi delle ruote del Grande Marco Pantani scomparso nel 2004.
Ringraziamo infine Alessandro Aricò, Deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana, Giovanni Avanti, Presidente della Provincia di Palermo, Marcello Tricoli, Presidente del Consiglio Provinciale di Palermo, Antonio Rini, Consigliere Provinciale di Palermo senza il cui aiuto nulla di tutto questo sarebbe stato possibile.

Galleria delle tavole esposte durante la fase L’intrattenimento

Galleria delle tavole esposte durante la fase L’impegno sociale